Questo Sito delle parrocchie di Caltrano e Mosson si propone di evidenziare le varie attività di carattere pastorale.
La sezione "El Sojo Vasaro" è uno spazio dedicato a chi vuole offrire spunti di riflessione e proposte.



Iscriviti alla newsletter! inserisci la tua mail!

informativa per il trattamento dei dati

Principale

                 







                 

      visualizza il 
        Bollettino Parrocchiale




      apri l'archivio dei 
        Bollettini Parrocchiali

 
 

News

 


Campi Scuola  ESTATE 2019

 

Ritorna la proposta estiva dei campi scuola estivi

per l'estate 2019.

Per il Gruppo delle Elementari la data del Campo Scuola va dal 07 luglio al 13 luglio. Il campo scuola sarà a Borgo Valsugana, presso la Casa Alpina.

 

Il Campo Scuola relativo alle Medie sarà invece dal 28 luglio al 03 agosto.

Vivremo il Campo Scuola per il Gruppo delle Medie, a Folgaria.

I moduli di iscrizione si possono ritirare in canonica o scaricare al seguente link:

MODULI ISCRIZIONE 

 

IMG_1132

IMG_4931

 
IMG_5287  

IMG_5275 IMG_5282

Lunedì 11 febbraio

Giornata Mondiale di Preghiera

per il Malato

Ogni anno nella festa dedicata alla Beata Vergine di Lourdes, si vive la Giornata Mondiale di Preghiera per il Malato.  

Si rinnova così l'appuntamento presso la nostra Casa di Riposo.  Così ci siamo ritrovati per celebrare l'Eucaristia, con tutti gli ospiti della Casa di Riposo, animata dal Coro e con una numerosa partecipazione.

Presenti anche alcuni rappresentanti dell'Unitalsi: barellieri e dame che ogni anno si recano a Lourdes, per accompagnare gli ammalati.

Per noi una bella occasione di fraternità, per pregare insieme, per tutto il mondo della sofferenza, quella visibile ma, anche, quella nascosta, che tante persone vivono nel corpo e nel proprio animo.

Fraternità e sostegno anche per tutti coloro che vivono accanto ai malati, agli anziani, con spirito di condivisione e di partecipazione.   

Ci attende un futuro sempre dove il mondo della vecchiaia diventerà sempre più vasto: avremo la capacità di accostarci a tutte queste situazioni, a queste storie di fragilità e di solitudine.

Pensiamo già oggi quanto importante è un semplice gesto di attenzione, un 'ora data per stare accanto  ad un malato ad un anziano ... 

 

Viva  la  VITA

Viva la VITA: scritta con il carattere più grande che ho.

Perchè è bellissima come la piccola Noemi, che riceve sul suo capo l'acqua che scorre per tre volte: segno della VITA divina, che sarà sempre con lei ... dono meraviglioso di Dio la VITA.

Viva la VITA: ricca di quel sorriso di due giovani sposi, Alice e Mattia,  che intrecciano le loro storie, per sempre e creano un binomio stupendo: la VITA che cammina di pari passo con l'AMORE.

Viva la VITA 

quando celebra i 60 anni di matrimonio e con grande intimità esprime il suo GRAZIE a Dio e ai fratelli per tutta la storia di vita coniugale e familiare che con soddisfazione, in mezzo alle fatiche della vita, Lucia e Silvano, avete costruito.

LA VITA è l'UNICO MIRACOLO A CUI NON  PUOI NON CREDERE ( S. Cristicchi )

 

Sono le nostre storie che raccolgono la vita concreta, di fronte alle quali non ci si può non emozionare: sono il libro della nostra vita in cui Dio scrive i suoi pensieri e i suoi miracoli.

 

Anche il piccolo gesto, anche un piccolo fiore, può diventare atto gratuito che sostiene la VITA. Siamo grati che ci sia chi ha optato per una scelta che sostiene la vita ( ci riferiamo al titolare della Rivit ): segno forte, parola concreta e fattiva. Si può fare tanto per sostenere il dono della Vita.

Così anche ringraziamo perchè anche quest'anno con il piccolo fiore delle Primule, possiamo sostenere il Centro Aiuto alla Vita. E' bello sentire che nel 2018 il Centro Aiuto alla Vita di Thiene ha aiutato 28 bambini e altre 140 mamme.  Tanto si può fare per la Vita ... 

Viva la VITA   

20190209_121537

IMG_5208IMG_5246IMG_5232

 
IMG_5165

IMG_5178IMG_5187IMG_5170IMG_5184

San Biagio ... nel segno del piatto più tradizionale 

il BACCALA'

 

Solo alcune immagini per cogliere il momento della condivisione  a cui hanno partecipato oltre un centinaio di persone ... tutti sanno quanto è gustoso il baccalà con la polenta: nel rispetto della tradizione più rigorosa.

Che sia più buono il nostro o quello di ... meglio non far confronti. Sicuramente non è mancato il gusto e l'allegria.  Momento bello, da ricordare, la prima di una serie di testimonianze, che ci è stata consegnata dalle nostre suore: suor Marilena e suore Piera.  Suor Piera si è anche emozionata ... 

Un particolare ringraziamento a tutti i cuochi e alle tante persone che hanno lavorato, in cucina ed in sala ... GRAZIE.

 

Grande festa ... lavoro stupendo

 

Non eravamo sicuri di farcela ... tante idee, proposte ... ma come fare ...

Alla fine una bella squadra di uomini, guidati da mani esperte, ed i pannelli fonoassorbenti hanno trovato il loro posto: così è nata la scacchiera che ora possiamo ammirare sul soffitto del bar del Centro Parrocchiale s. Biagio di Caltrano.

Dobbiamo ringraziare Maurizio Lacovara che con la sua disponibilità ha condotto passo passo la sistemazione dei pannelli, dirigendo tutto il lavoro.

Non c'era occasione migliore che la festa di s. Biagio per cogliere la resa dei pannelli ed in effetti ora possiamo proprio dire che il lavoro ha dato il suo frutto, sia sotto il profilo della fonia, CI SI CAPISCE, come anche sotto il profilo estetico.  Possiamo solo ringraziare per il lavoro che è stato eseguito ed è sopra gli occhi di tutti.

IMG_5051

IMG_5053IMG_5195

 
IMG_5068

IMG_5132

Festa di san Biagio a Caltrano

Ogni anno, il 03 febbraio,  torna questo appuntamento importante per la vita della nostra Comunità.  Conosciamo tutti la storia di questo vescovo e martire, che viene dall'Armenia e giunto a Caltrano, per chissà quale strada ... ce lo faremo spiegare dagli storici.

Quest'anno la nostra festa è stata arricchita dalla presentazione  dei ragazzi del Quinto Gruppo di Iniziazione Cristiana, che nel perido pasquale riceveranno i sacramenti della Cresima e dell'Eucaristia.  Un bel momento di vita comunitaria, carica anche di tutto il servizio che le catechiste, gli nuove figure degli Accompagnatori, gli animatori, hanno affidato alla Comunità, per la crescita nella fede di questi ragazzi. Ringraziamo per il tempo dato, la dedizione, la passione condivisa, per crescere e maturare una fede da adulti.

 

Assemblea Pastorale Caltrano Mosson

27 gennaio 2019

Lo stile assembleare si rivela sempre più prezioso e favorisce la condivisione dei cammini. 

E' questa la prima impressione che risulta, a caldo, subito dopo la conclusione della Assemblea Pastorale.

Nel mezzo dell'Anno Pastorale diventa importante ritrovarsi per raccogliere il nostro vissuto, ascoltarsi e confrontarsi sul domani delle nostre Comunità parrocchiali.  I lavori di gruppo sono, in questo senso, una occasione per far lievitare tante prospettive, anche molto concrete.  Così effettivamente è stato, anche con riflessioni molto interessanti.

Poi, sicuramente,  ci servirà tempo per calare nel concreto tutte le riflessioni che sono state abbozzate, in seno all'Assemblea. Ma è molto importante che ci si ritrovi come laici, per costruire prospettive nuove per il futuro delle nostre Comunità.

Concretamente l'Assemblea Pastorale ha visto la partecipazione di 45 persone ... va bene così ... 

Per ciò che riguarda il Calendario, che ci attende nei prossimi mesi, vogliamo sottolineare il fine settimana del 14.15.16 giugno 2019, in cui daremo il saluto ufficiale alle nostre suore Salesie, che poi a fine giugno lasceranno la nostra Comunità parrocchiale di Caltrano, dopo 67 anni di presenza religiosa.

Abbiamo anche lanciato una iniziativa, che vorremmo presentare il sabato 15 giugno, per cui chi avesse delle FOTO, in cui sono presenti le suore, se può condividerle, è pregato di portarle in canonica. Ci serviranno per curare e presentare un bel filmato di carattere storico.  Grazie. 

 


 


Giornata del Gruppo Chierichetti

a Caltrano

Possiamo proprio dire che il Gruppo Chierichetti ha saputo ringiovanirsi ... non che i più grandi siano vecchi ... ma fa sempre ben sperare quando dei piccoli chiedono di entrare a far parte del gruppo che serve all'altare dell'eucaristia.

Così ora c'è veramente un gruppone, bello folto, che partecipa all'Eucaristia, e a dir la verità si diverte anche ...

Ringraziamo Luca, che insieme ai ministranti più grandi segue tutto il gruppo chierichetti.  E' veramente un bel modo anche questo per sentirsi parte della Comunità, che nella celebrazione Eucaristica, incontro con Cristo Gesù, vive il suo momento più bello.

 

La visita delle Scuola Materna

al Presepe di Bariola

Una mattinata un po' freddina, ma bella, ha accompagnato i bimbi della Scuola Materna di Caltrano, che insieme alle suore, alle maestre e ad alcuni accompagnatori, hanno fatto visita al caratteristico presepe, predisposto nella contrada di Bariola, in Comune di Valli del Pasubio.

Molto bella la ricostruzione storica e scenografica, che si è snodata, lungo le vie e dentro le case di questa contrada, dove il tempo sembra essersi fermato, agli usi e ai costumi di 100 anni fa ... Tutto sembra reale ... è difficile trovare qualcosa fuori luogo.  

Bello veramente ...

Per tutta la comitiva è stata una mattinata piena di gioia e di gusto ... 


 

 

Fratel Pietro Cortese ( 1939 - 2019 )

Domenica scorsa 13 gennaio, è morto a Venezia, fratel Pietro Cortese, originario di Caltrano. 

Riportiamo qui un breve profilo che ci è stato inviato.

Fr. Pietro Cortese nasce a Caltrano il 21 settembre 1939, da Giovanni Battista e Sandonà Angelina. Viene battezzato il primo ottobre 1939 e cresimato il 28 dicembre 1947.

Inizia il noviziato tra i frati Minori della Provincia Veneta a Burano ( Venezia ) il 16 settembre 1959, assumendo il nome di fratel Diego. La Professione solenne come frate Minore a Verona il 20 marzo 1966. 

Il 23 maggio 1968 viene ordinato presbitero a Verona.

Ha vissuto a Monselice, a Roma, a Cittadella,a  Verona san Bernardino infine a Venezia san Francesco della Vigna fino alla data della sua morte. E' morto improvvisamente la mattina del 13 gennaio.

 

Refrontolo e Follina ...

nel segno di una storia che viene da molto lontano.

Unendo le forze, Caltrano e Mosson, abbiamo fatto un bel pullman ed abbiamo visitato la Mostra dei Presepi, presso il Mulino di Refrontolo. Terminata la visita alla Croda di Refrontolo ci siamo poi trasferiti presso l'Abbazia di Follina.

Eravamo quasi una cinquantina di persone.

Un bel pomeriggio dal sapore storico.

Bello entrare in questo luogo, dove l'acqua scorre da chissà quanto tempo e l'uomo l'ha saputa sfruttare, per costruirvi un mulino e macinare nel tempo e negli anni mais per farvi farina.  Oggi tutto è meccanizzato ed è stato interessante vedere la farina che esce, dalla macina, come un tempo, come è stato per tanti secoli ...

Belli e molto artistici i presepi.

Quanto bella Follina.  Una abbazia che ha una storia di 750 anni. Molto bello il chiostro, con la teoria delle eleganti colonne, alcune tortili e ben lavorate.

Chissà quanti monaci hanno camminato lungo quel chiostro. Ora Follina è una Parrocchia ed i monaci non ci sono più ... è la storia, che macina tante realtà, anche importanti.

Interessante questa visita. Ci fa capire che siamo impegnati su tanti fronti, ma la sfida che la storia ci propone è sicuramente quella più significativa.

Anche le nostre Comunità cristiane affrontano questa sfida: di tutto il bagaglio ed il patrimonio storico cosa rimane.  Sarà, saremo un museo ... sappiamo, saremo capaci di rinnovarci, per scoprire nuovo sentieri di fede e di vita cristiana.

Comunque bello ... far tesoro e ripensarci ...  


 


Le suore Salesie lasciano Caltrano.

Con gran dispiacere rendiamo ufficiale la notifica che da un po' di tempo era nelle previsioni.

La Comunità delle suore Salesie da qualche mese era composta da suor Marilena e suor Piera.  Una presenza sicuramente significativa e comunque importante.  Ma questo era comunque un segnale che, nel breve periodo, la Comunità delle Suore Salesie, sarebbe stata tolta da Caltrano.

Così sarà alla fine di giugno, alla conclusione dell'anno pastorale, con la fine dell'anno scolastico delle Scuola Materna.

Eravamo soliti dire - le nostre suore - proprio perchè parte integrante della nostra Comunità.  Immaginiamo solamente tutto il bagaglio di vita umana e cristiana, che le nostre suore hanno condiviso con Caltrano, nella Scuola Materna e non solo.

Ci dispiace ... ma ringraziamo per tutto il cammino condiviso, il tempo dato, le fatiche affrontate, le preoccupazioni e le storie, trasformate in preghiera ... Che bel segno di fede e di dedizione.  Possiamo ringraziare e pregare per Voi e con Voi ...

Guardate il sorriso di suor Marilena e gli occhi furbi di suor Piera ... Simpatia, condivisione e fede.  GRAZIE di CUORE.

 

Desideriamo esprimere un profondo dispiacere per la morte improvvisa di don Claudio Gioppo.

Era usuale vedere don Claudio percorrere con la sua 600 le nostre strade, o per andare a celebrare, lì dove c'era bisogno e per passare qualche ora nel suo campo...

Da subito simpatico e sempre gioviale, tanti sono i ricordi e le persone che lo legano, specialmente a Camisino ... qualcuno, quando era ragazzo, giocava insieme a lui, arco e frecce alla mano ...

Forse la sua serena semplicità derivava dal fatto che aveva imparato a suo tempo a librarsi nell'aria e capire che il cielo è sempre più grande di ogni nostra piccola storia ...  Lo vogliamo ricordare quale prete semplice, cordiale e molto, molto fraterno ...

GRAZIE don CLAUDIO

 

 

 

OPEN DAY

sabato 19 gennaio 

dalle ore 9.00 alle ore 12.00

per la Scuola Materna s. Giuseppe Operaio di Caltrano.

La Scuola Materna è parrocchiale, è paritaria, di ispirazione cristiana, per i bambini dai 3 ai 6 anni e per i bambini che compiranno 3 anni entro il 30 aprile 2020 

                                                   Vi  aspettiamo ...

 

 

Rinnovo tessere patronato anno 2019

Si ricorda a tutti i soci di rinnovare l'adesione al Centro Parrocchiale.

La quota è di 5€, e il rinnovo può essere effettuato direttamente al bar.

Comunichiamo inoltre che da gennaio il Centro Parrocchiale sarà aperto anche al giovedì mattina dalle 8:30 alle 12:30.

Gli orari possono di apertura son disponibili anche online, alla pagina /patronato/orari.

Clicca qui se vuoi vederli!


 


Sabato 05 gennaio, a Mosson, 

proprio in occasione delle solennità

della Epifania,

al termine dell'Eucaristia, animata dal Coretto parrocchiale,

abbiamo condiviso un piccolo, ma significativo segno di riconoscimento, per tutti i ragazzi che hanno predisposto il presepe, nelle loro famiglie.

Una piccola lampada, segno luminoso da conservare accanto a Gesù, nostra Luce.

Dai più piccoli ai più grandi, che hanno predisposto il presepe in chiesa, un bel ringraziamento, nella ricerca di mantenere sempre viva ed accesa la fiamma della Pace. 

 

La prima uscita del Gruppo Chierichetti e

del Coretto dei Piccoli

Prima di terminare le vacanze abbiamo condiviso con il Gruppo Chierichetti ed il Coretto dei Piccoli una bella giornata in montagna, fatta di giochi ed un po' di riflessione. Nella parte conclusiva abbiamo partecipato a pieno titolo alla s. Messa feriale, nella duomo di s. Matteo di Asiago.

E' una esperienza da riprendere. Molto positiva, per diversi aspetti. Ci fa bene condividere: in questo caso due esperienze diverse: chierichetti e coretto. Si creano legami ed è sempre un bene.

Uscire, vedere altre storie, altre comunità ... ci fa bene poi mettersi in gioco: il coretto ha cantato veramente bene ed i chierichetti oramai saprebbero destreggiarsi bene anche se fossi a san Pietro. Un giorno ci andremo ... 

P.S.  Piccolo giochetto: sapete dirmi chi si nasconde dietro Michele Sandonà ?


 


Carissima suor Marilena

tutta la Comunità 

si unisce per 

affidarti con tutto il cuore meravigliosi auguri di

Buon Compleanno.

L'età non conta 

più di ogni cosa vale la tua affabilità, il tuo sorriso semplice e cordiale

Grazie, grazie tantissime, da tutta la Scuola Materna, la Comunità intera

BUON COMPLEANNO

 

Siamo da poche ore entrati nel nuovo anno e con un po' di trepidazione vogliamo augurare a tutti un

BUON ANNO NUOVO

CHE IL 2019 

SIA RICCO DI SPERANZA e di PACE.

In questo primo giorno del nuovo anno, che è dedicato a Maria santissima, la Madre di Dio, chiediamo la sua benedizione e la sua protezione. Il Signore custodisca il cammino delle nostre vite ed aiuti sempre le nostre Comunità a crescere nel segno della vera fraternità.

a tutti  Buon Anno  2019

 

 


Sicuramente il canto rimane uno dei modi migliori per dare solennità a questi misteri che celebriamo nella fede.

Così è stato in questo Natale 2018.

Grazie a tutti i cantori che, nelle nostre Comunità di Caltrano e Mosson, hanno accompagnato il mistero dell'Incarnazione del Figlio di Dio, con canti e melodie, preparate con cura, grazie a tutte le prove dei mercoledì sera. 

Non mancano i chierichetti, anzi si fa a gara, a Caltrano ... è un bel segno, per le nostre Eucaristie, anche se talvolta il fumo del turibolo entra in conflitto con la gola dei cantori ... pazienza.

E' un bel segno vedere la cura delle nostre chiese, gli addobbi floreali, la preparazione dei presepi ...

Grazie a Dio non mancano le persone che si dedicano ed offrire un bel canto, quale lode a Dio, è anche un bel modo per accogliere chi sceglie di entrare in chiesa.  E' già un aiuto per entrare nel mistero di un che ama ogni uomo ...

Grazie ... anche questo è Natale.

 

 

Ci è giunto un contributo, quale augurio di Buon NATALE, che associamo ai presepi che potete trovare, in chiesa a Mosson e a Caltrano:

Sarà Natale ... Gesù è venuto.  Ma se batterà alla nostra porta, sapremo riconoscerlo?  Sarà come una volta, un uomo povero, certamente un uomo solo. Senza dubbio un operaio, forse un disoccupato ... O tenterà di vendere delle polizze di assicurazione o degli aspirapolvere O forse sarà un rifugiato, uno di coloro che nessuno vuole e che vagano, vagano in questo deserto che è diventato il Mondo, uno di coloro che devono morire perchè dopo tutto non si sa da che parte arrivino persone di quella risma ... Se Cristo batterà alla nostra porta lo riconoscerete ?   Avrà l'aspetto abbattuto, spossato, annientato, perchè deve portare tutte le pene della terra ( Raoul Follereau )

Mi piaceva condividere questa riflessione, di Raoul Follereau, datata ma veramente attuale.  

L'augurio più vero di un santo Natale sia quello di saper riconoscere il Signore Gesù che viene in ogni persona, che incrocia i nostri sguardi.

  in ogni volto la presenza di Gesù ...  BUON NATALE

 

 

 


 


La nostra culla per Gesù

 

Con questa quarta domenica di Avvento si è concluda la attività che i catechisti e gli animatatori 

hanno affidato ai nostri ragazzi,

per prepararsi al santo Natale.

Quattro mani colorate, quante sono le domeniche di Avvento.

Dei semi per dire che il Signore 

ci invita sempre a seminare nel bene,

quindi nella concretezza della nostra 

vita, proprio con le nostre mani.

Gesù al centro, 

accolto proprio come il segreto di ogni nostro amore e fonte della nostra luce e della nostra Pace.

Una bella proposta che ora va vissuta insieme in famiglia.

Un vivo ringraziamento va fatto alle catechiste e agli animatori, sia a Caltrano che a Mosson, che si sono adoperati per questa proposta di Avvento.  Alcune considerazioni concrete le faremo in sede di Assemblea Pastorale, programmata per il prossimo 20 gennaio 2019.

Ci basti cogliere la proporzione numerica, tra le nostre due Comunità parrocchiali. La stessa, identica proposta per entrambe, ma ...

Serenamente buon Natale ...

 

 

NATALE di GIOIA

in CASA di RIPOSO.

Proprio ieri 22 dicembre, abbiamo condiviso un bel natale con

gli ospiti della nostra Casa di Riposo.

E' bellissimo veder germinare

un sorriso nel volto dei nostri anziani

perchè un nasone rosso 

ti si para davanti.

Tante altre sarebbero le istantanee da condividere

ma ci piace cogliere il GESU' che è nato nei volti dei nonni della Casa di Riposo, grazie al bel canto, del CORO  Parrocchiale della PRIMA MATTINA, che ha accompagnato l'eucaristia di Natale, celebrata per i nostri anziani.

E poi la gioia libera e cordiale del Gruppo Giovanissimi, che con gli amici clown, hanno portato gioia e allegria, dove si sa ...

Veramente Natale può essere ogni giorno ... GRAZIE perchè l'abbiamo visto nel concreto dei volti.

 

BUON NATALE ai nostri amici NONNI

e a tutte le persone che li circondano con tanta attenzione 

e semplice amore. 

 

 


CHE  MERAVIGLIA ...  

Concerto di Natale a Mosson

Passione  Creativa ...

Prima di tutto ringraziamo i due cori che si sono impegnati, nella serata di domenica, nel  Concerto di Natale, proposto alla Comunità di Mosson.  Prima il Piccolo Coro Rose di Marzo e poi il Coro s. Gaetano di Mosson, ci hanno affidato delle belle cante, tutte legate al santo Natale.

Lo sa bene chi dirige un coro quanta passione serva per far maturare un coro e poter quindi offrire un bel momento, che diventi meditazione del mistero del Natale.   Passione e dedizione.

Non ce mai la pretesa di cercare la perfezione. Piuttosto la volontà, la passione di cantare, per creare un momento di condivisione.  C'è chi canta, chi ascolta e gusta, con gioia queste armonie, composte tanti anni fa, ma sempre nuove, grazie alle voci dei bimbi e dei grandi. Atto creativo quindi, sempre nuovo.

Ed è un cammino in cui si impara e ci si educa.  Nel canto occorre prima di tutto saper ascoltare poi si prova e riprova, finchè la musica è entrata nella mente e nel cuore, nell'animo.

Grazie dunque a chi ha diretto ed ha cantato. 

La prossima volta la Comunità sarà più attenta e partecipe ...  

 


 


Baccalà  ...  che bontà ...

Come da tradizione, anche quest'anno è tornata la festa dedicata agli  Anziani

a Mosson.

Quest'anno, come i siori, il gruppo ha condiviso la santa messa alle 11.30, per poi vivere  il momento conviviale con il Pranzo Comunitario, a cui hanno partecipato oltre una quarantina di anziani, oltre al gruppo degli organizzatori.

Saremo anche dei polentoni, ma se alla polenta si sa accompagnare un buon baccalà, allora veramente pranzare insieme diventa una festa veramente gustosa.

Un plauso ai cuochi che hanno preparato il pesce veloce del baltico, con somma bravura.  Insieme anche tutte le altre persone, compresi i più piccoli, perchè si sa che ogni volta che si fa un pranzo comunitario, bisogna servire, lavare e pulire il tutto.  

E' un lavoro di non poco conto ... Al di là dei risultati concreti è una soddisfazione quando le cose vanno per il verso giusto e c'è una bella risposta da parte della Comunità ... 

Avanti con gusto ... 

 

 

 

Il Mercatino della Solidarietà 

ad opera del Gruppo Missionario

di Caltrano.

E' già iniziato l'appuntamento annuale con il Mercatino della Solidarietà, che il Gruppo Missionario di Caltrano, allestisce ogni anno, nella propria sede, in occasione della solennità dell'Immacolata.  Basta fare una visita al MERCATINO, per rendersi conto di quanti lavori vengono preparati per questa occasione.

Tutte realtà create con tanta cura e tutti capi molto utili.  Sicuramente possiamo sottolineare la operosità di questo gruppetto di donne ( Pierangelo qui ha mani buone con la pasta fatta in casa ) che ogni mercoledì si ritrovano e devo dire che si divertono anche, tra un ricamo e l'altro.  

Il mercatino sarà aperto anche il prossimo fine settimana, 15 e 16 dicembre.      Comunque tutti conosciamo la sede e le responsabili, per cui qualcosa di buono e di bello possiamo sempre trovarlo.


 

 

FESTA per le Coppie di Sposi

35 anni di Matrimonio

Un bel colore verde perchè, anche se non sono pochi gli anni del Vostro Matrimonio, e vediamo dei bei nonni, c'è un bel sorriso nei vostri volti e come ci avete trasmesso - con la Vostra presenza siete testimonianza viva che l'amore che condividete ogni giorno è e resterà l'investimento più redditizio per il nostro domani.  Per questo siete segno di bella speranza ... Grazie.  Arrivederci ai 40 anni ... Auguri di vita buona e piena di gioia.

 

La Carità è la regina delle virtù 

E' sempre un bel segnale quando ai piedi dell'altare del Sacro Cuore, i gradini si riempiono di tanti prodotti di generi alimentari.  Carità spicciola e concreta, generi alimentari che troveranno presto la loro destinazione: famiglie e persone bisognose.  Grazie a chi ha dato con sensibilità del proprio cuore.

 

 


Non conosco il luogo preciso ma ho sentito parlare tanto di un castello, di una rocca ...

E' stata anche abbastanza dura arrivarci non certo per questi personaggi abituati a salire ...

Comunque se vi capita di passare di lì

( lo dubito ) 

sopra uno sperone di roccia 

troverete questa bella immagine della Madonna con il bambino Gesù.

Sicuramente ci torneremo a Primavera per una nuova sosta e per una giornata di carattere storico, poichè non mancano le annotazioni di carattere storico ( Bepi e Bepi ne sanno qualcosa ) e si può toccare con mano quel poco che resta di un passato oramai lontano.

Possiamo solo chiedere a chi sale con una certa frequenza in questo bel luogo, di fermarsi un po', con lo sguardo cogliere l'orizzonte e con Maria santissima, lanciare un pensiero a tutto quel mondo che sta sotto ... 

 

Festa della Madonna della Salute

nella chiesa di Camisino.

Appuntamento annuale con la festa della Madonna della Salute a Camisino.  E' l'occasione per gustare le ultime castagne, iniziativa predisposta dal Gruppo Animatori Acr, appena fuori dalla chiesa, al termine della celebrazione.

Piccola novità legata al concerto che la Banda Cittadina di Caltrano, ha offerto, quest'anno all'interno della chiesa di Camisino, anzichè nella piazza antistante la chiesa. 

Comunque un bel momento ... 

Un bel grazie agli alpini presenti che hanno preparato le castegne ed in particolare agli Animatori presenti, che hanno predisposto il momento di condivisione al termine della celebrazione.  

Ci diamo appuntamento a Mercoledì 21 novembre, con le s. Messe, nella chiesa di Camisino, davanti alla Madonna della Salute, alle ore 10.00: alle ore 16.00 e alla sera alle ore 20.00.

Sarà l'occasione più bella per pregare insieme per tutti i nostri ammalati. 


 

 

Seconda Giornata del Povero

La raccolta di Generi Alimentari.

In occasione della II Giornata del Povero, indetta da papa Francesco, abbiamo impegnato il Gruppo dei Cresimandi, nella raccolta di Generi Alimentari, per le vie del paese, suonando porta a porta.  Una esperienza oramai collaudata: vuole essere un impegno per i ragazzi e nello stesso tempo un piccolo segno/testimonianza per la Comunità.  I ragazzi si sono tuffati in questa esperienza con grande impegno ed è stato  interessante raccogliere le varie suggestioni che hanno incontrato, di casa in casa.  Un piccolo gruppetto, a dir la verità, sicuramente potevano essere di più ... una occasione persa ... ma si sa contano tanto i Genitori ... 

Noi non mancheremo di impegnare i ragazzi in altre iniziative ... alla prossima. 

 

Tanti e tanti auguri alle coppie di sposi, che sabato scorso hanno voluto celebrare i loro 

45 anni di matrimonio.

Felici e contenti per la Vostra presenza, sempre un bel segno di amore condiviso ...

Arrivederci ... ai  50 anni ...

per le nozze d'oro ...

 

 


Inizia il Cammino della Catechesi per il Secondo Gruppo

della Iniziazione Cristiana.

Possiamo dire che è iniziata l'avventura della Catechesi per il secondo Gruppo di Iniziazione Cristiana.  Per capirci sono i ragazzi di seconda elementare. Un bel gruppetto, che ha condiviso con le catechiste: suor Marilena e Raffaella, il primo appuntamento. 

Momento di catechesi esperienziale, che poi si lega con la celebrazione eucaristica, a cui i ragazzi hanno partecipato.

E' proprio un cammino, che riprende, dopo il dono della fede, ricevuto nel sacramento del battesimo ed ha bisogno di germinare, fino a diventare grande ...

Ci auguriamo che questi nostri ragazzi abbiano a fianco i loro Genitori, che come abbiamo sempre detto sono presenze  indispensabili e insostituibili, per la loro crescita umana e cristiana.

 

Formazione Base

La CARITA' non avrà mai fine

Pubblichiamo una collaborazione giunta a

El  SOJO VASARO

riguardante l'incontro con don Luca Facco, assistente della Caritas diocesana di Padova, lo scorso 14 novembre

Interessante e partecipata serata con don Luca Facco, dove è stata affrontato il tema della Carità, in occasione della 2 Giornata del Povero, indetta da papa Francesco, per il 18 novembre.  Scopriamo che le povertà non sono solo materiali.  Esistono povertà a volte sommerse, povertà culturali, povertà derivanti da assunzione di droghe e alcool, che provocano dipendenza, povertà dovute a separazioni in famiglia, povertà dovute a solitudini, non solo nel mondo degli anziani ... Scopriamo che le povertà sono vicine e lontane e nel nostro piccolo basta poco per portare gesti di carità.  Ci sono tante povertà, ma esistono anche tante risorse per affrontarle.  Oltre ai gruppi Caritas, ai Missionari, ai vari gruppi di volontariato, che prestano con dedizione il loro servizio, nelle nostre Comunità, scopriamo che la vera Carità sta nell'atteggiamento di ogni persona e nel semplice gesto, che diventa relazione semplice e genuina.

Don Luca ha sottolineato che il cristiano si riconosce dall'importanza che dà alla Liturgia, alla Parola di Dio, e alla Carità: pagina concreta del Vangelo di Cristo, in cui la Comunità cristiana manifesta se stessa al mondo.  

E' bello se da questa serata abbiamo ricavato ottimismo e carica, come qualche presente ha constatato, per essere testimoni concreti della nostra fede, nonostante tutte le difficoltà.                                                                                                               Lucia.

  

 


 


La bella tavolata del martedì mattina ...

Continua con gusto la bella tavolata del martedì mattina, giorno del mercato settimanale, nel Centro Parrocchiale s. Biagio.  Oramai è un appuntamento fisso per i nostri nonni, che accompagnati dai  volontari, arrivano dalla Casa di Riposo.  

E' un bel momento di condivisione, dove i presenti si mescolano, con gli ospiti, ed il caffè o il cappuccino, diventa più gustoso ...

In fondo anche questo momento risponde ad una esigenza viva, dentro la Comunità,  di condivisione, di comunicazione, semplice e cordiale.  

Anche questo momento settimanale diventa espressione concreta di ciò che abbiamo ascoltato nella serata con don Luca Facco, assistente diocesano della Caritas di Padova.

Quindi un bel grazie a tutti i collaboratori del Centro Parrocchiale e ai volontari della Casa di Riposo.  Camminare su questa strada è dare volto ad una Comunità accogliente ... 

 

Lunedì 19 novembre

ore 20.30 

in chiesa a Mosson

la ADORAZIONE EUCARISTICA

 

 


La Consegna del  PADRE NOSTRO

 

Molto semplice ma bella la Consegna della preghiera del Padre nostro, ai Genitori dei ragazzi Terzo Gruppo.

 

Due semplici constatazioni ed un augurio.

La nostra fede in Dio porta con se questa meravigliosa verità: Dio è per noi un Padre.  Quando fai esperienza di un Dio quale Padre buono che ti accompagna, lungo il cammino della vita, è innegabile che nonostante le grandi tempeste, ti senti al sicuro ...

Dio è Padre ... fede semplice che riempie la vita.

 

Poi la seconda. 

Consegnare un piccola pergamena non è solo un gesto rituale.  Se guardo gli occhi di questi genitori vedo il desiderio di consegnare, trasmettere le cose belle della vita. La consegna della fede passa anche attraverso queste brevi parole, questa che è la Preghiera di Gesù.

Le parole di un adulti che si accompagnano a quelle di un piccolo che cresce: è fede in Dio che si condivide.

L'augurio che questa preghiera non manchi mai nella trama dei giorni delle nostre realtà famigliari: sarà solo sapienza e gioia, per il nostro ed il loro domani.

 

 

Sabato 03 novembre 2018, 

Il GRUPPO ALPINI di MOSSON

nel cinquantesimo della sua fondazione, ha voluto ricordare la fine della Grande Guerra, con una s. Messa in suffragio di tutti i caduti.  La celebrazione è stata condivisa, oltre che con la Comunità di Mosson, anche con la Mosson Drum Bugle Corps. La stessa ha significato la sua presenza eseguendo un brano musicale al congedo della celebrazione.  Gli stessi ottoni, nel sagrato della chiesa, hanno allietato i presenti con un piacevole momento di armonie.  Nell'omelia don Lauderio ha sottolineato l'impegno del Gruppo Alpini nella solidarietà, nella condivisione, nell'essere presenti nelle necessità.  Elementi questi in cui una comunità si forma e matura.  E' nell'attenzione ai più fragili, ai più bisognosi, che l'uomo incontra il suo simile.  

La serata si è conclusa, nel salone ex cinema, con una cena offerta dal Gruppo Alpini: momento conviviale perorato dal presidente del Gruppo, Gastone Zordan, come ringraziamento simbolico alla Drum Bugle Corps, per la collaborazione offerta, nelle varie manifestazioni. Per l'occasione sono stati proiettati filmati delle varie attività svolte dal Gruppo Alpini di Mosson, negli anni, sin dalla fondazione del Gruppo.

                                                       Dal Santo Pietro

 

 


 


La Castagnata promossa dai Genitori della Scuola Materna di Caltrano.

 

Anche questo appuntamento, causa il mal tempo, è passato dal Primo di novembre, alla domenica 04 novembre.  

Appena terminata la celebrazione della Parola, in Cimitero, con la annuale Benedizione delle Tombe dei nostri cari, i Genitori  hanno lavorato forte, per accontentare le tante persone, accorse per le castagne o un buon bicchieri di vin brulè.

Il tempo ha retto ed è stata una grande soddisfazione, per un bel lavoro di squadra, da parte dei Genitori.  Impegno e collaborazione che è esempio prezioso e fruttuoso, per il bene dei bimbi della Scuola Materna.

Bella esperienza e bel lavoro ... GRAZIE

 

La CASTAGNATA a MOSSON

 

Doveva svolgersi la domenica 28 ottobre, ma il cattivo tempo, ci ha costretto a posticiparla a domenica 04 novembre.

Se vogliamo nulla di straordinario ma comunque un bel momento di Comunità ...

A partire dal primo pomeriggio, pian piano, la gente ha cominciato ad arrivare e gustare le caldarroste, buone buone, che i fuochisti hanno preparato.   Non poteva mancare il vin brulè ...

Dopo l'esperienza positiva della festa della Comunità, proposta lo scorso 23 settembre, a Mosson, una nuova proposta di semplice fraternità, di incontro tra persone ...

Bello così ... questa è la strada giusta ... 


 


04 Novembre 2018

Celebrazione del Centenario della firma dell'Armistizio della fine della Prima Guerra Mondiale.

 

Una partecipazione corale ha fatto da sfondo alle celebrazioni in cui abbiamo fatto memoria dei caduti di tutte le guerre.  Quest'anno,  in maniera del tutto particolare, celebrando i 100 anni dalla firma dell'armistizio.

Nessun discorso di circostanza, anzi, davanti al monumento ai caduti, discorsi di sostanza, con l'invito forte ad una pace che parte sempre da ognuno di noi. Costruire dinamismi di pace e di rispetto tra le genti, senza mai venir meno a quei principi, che i nostri padri hanno voluto per la nostra Patria.  Mantenere vivo il senso della democrazia: esperienza civile, politica e sociale, sempre da costruire, per non scadere in una appannamento di valori che rischiano di svilire il nostro tempo ed il nostro domani.  Siamo depositari di valori grandi, posti alla base della nostra nazione: non venga meno il senso della apertura, della accoglienza, della concreta corresponsabilità del vivere sociale.   

 

Gruppo CRESIMATI di Terza Media: il cammino continua ...

Il gruppo di terza media ha vissuto il sacramento della Cresima, lo scorso aprile, praticamente alla fine della seconda media.

Uno pensa ... fatta la Cresima ... Ciao 

La proposta invece continua e gli incontri del venerdì, una volta ogni tre settimane, convocano i ragazzi ed i Genitori nella parte finale.

Interessantissima la proposta di venerdì scorso, in pratica il primo incontro, in cui si parlava delle tappe della nostra vita.  Non ci è possibile raccogliere tutto l'incontro in poche righe, ma è stato tanto interessante sentir parlare in thailandese, e sentirci dire quanto è stato importante l'incontro con Cristo Gesù.  Da parte dei ragazzi non sono mancate le domande rivolte a Pierangelo, a Nerina, a don Raffaele, a Apo: non idee ma vita concreta, esperienze che segnano la vita e la rendono grande.

Bello, veramente bello ... le proposte non mancano e  l'unico desiderio è di crescere insieme ai nostri ragazzi, grazie anche a quelle piccole, ma preziose testimonianze di vita, che possiamo consegnare loro. 


 


Furia dell'acqua ... forza del vento

Da poco finiti i lavori di consolidamento sotto il ponte ecco che l'acqua scende abbondante ed ingrossa e gonfia, come non si vedeva da tempo l'Astico, che ci scorre a fianco.

L'acqua ha una forza impressionante e il vento non è da meno e come abbiamo visto non sono mancate le disgrazie ed i disagi.

La prefettura ha provveduto alla chiusura delle scuole di ogni ordine grado, per ovviare qualsiasi tipo di rischio. 

Il forte vento ci ha tolto per un po' l'energia elettrica, così sono tornate utile le candele... cellulari inutili, niente comunicazioni.  

Poi tutto torna alla normalità ... ma pensate cosa fareste se tutto ciò dovesse perdurare tre, quattro giorni ... noi abituati come siamo ad un mondo digitale.

Eppure un tempo ...

 

Il cammino dei Gruppi ACR

Possiamo proprio dire che non mancano le proposte per i nostri ragazzi.

I gruppi ACR, ( nelle foto il gruppo di 4 e 5 elementare, con alcuni dei loro animatori ) hanno già iniziato la loro proposta educativa, per i ragazzi.  In maniera molto divertente si affiancano alla proposta che i catechisti, portano avanti, nel cammino di Iniziazione Cristiana. 

E' bello vedere il lavoro degli animatori, che insieme collaborano tra loro, per costruire un clima di amicizia con i ragazzi. 

Animatori con esperienza ed animatori giovani: in uno stile di collaborazione e di servizio ci si forma e ci si aiuta.

Bello vedere che ci sono dei bei gruppi di ragazzi che fanno gruppo e così crescono in amicizia tra loro e con Gesù.

Le proposte non mancano ... 


 


Buon rientro a don Raffaele ...

Mentre scriviamo don Raffaele è in volo, verso la Thailandia, verso quei  villaggi dove vive il suo ministero sacerdotale e la sua missione.  

Venti giorni passano in fretta, in questa sosta famigliare,   tante poi  sono le corse per salutare un po' qua e là ...  Capiamo che don Raffaele vive un altra storia, in una realtà molto diversa dalla nostra.

Proprio stamattina, commentando la pagina del vangelo, che parlava del regno come del lievito, che fermenta la pasta, la accostava alla testimonianza dei cristiani, che formano le piccole comunità presenti nei villaggi. Presenze piccole, a volte minuscole, eppure lievito di amore dentro alla vita di un villaggio.

Comunque sempre bello rivedersi e tornare nella propria Comunità parrocchiale, dove sono le radici personali e familiari.  Bello esprimere vicinanza cordiale e concreta, per tutto il cammino personale e delle nostre Comunità.

A presto e arrivederci al prossimo anno.  Auguri ... 

 

Giornata Missionaria Mondiale

Domenica 21 ottobre, abbiamo celebrato la  Giornata Missionaria Mondiale.  

Per le nostre Comunità di Caltrano e Mosson, la gioia di avere don Raffaele Sandonà, per le celebrazioni eucaristiche. Don Raffaele è a casa, in famiglia, per qualche giorno, ma verso la fine di ottobre riparte per la Thailandia.  E' sempre bello ritornare nella propria comunità di origine, ma nel cuore c'è la vita accanto alle persone, che compongono le piccole Comunità cristiane, presenti nei villaggi in Thailandia.  Essere lì, in un paese in cui i cattolici sono in minoranza, significa che non puoi mai dare per scontato il cammino di fede che stai vivendo con la gente.  Anzi la fede in Gesù Cristo diventa ricchezza e forza grande.

In questa domenica abbiamo salutato anche Marzia Dal Santo, appena rientrata dall'Eritrea, dove è rimasta per circa un mese, in un villaggio, presso una comunità di suore.  Qui Marzia ha lavorato, con la sua intraprendenza, per riattivare una piccola sala operatoria, di modo che possa accogliere i pazienti bisognosi di cure.

Testimonianze che segnano la vita ... Grazie.

 


 

 

Cliccando sulla foto a fianco puoi visualizzare il Verbale dell'incontro del

Comitato GENITORI della SCUOLA MATERNA DI CALTRANO 

 

Tutti i santi venerdì

BALLO BALLO BALLO 

Tu guardi la piazza di Caltrano il venerdì pomeriggio e ti domandi cosa c'è con tutte queste maccchine, che non si trova un posto per parcheggiare ...

Effettivamente si fa fatica ... ma basta ascoltare un attimo e capisci subito che il motivo è legato al ballo che si celebra ogni santo venerdì pomeriggio la bella età vive in sala cinema a Caltrano.

E' bello comunque vedere tanta gente, che viene anche da lontano, dal circondario e si gusta questo pomeriggio di musica.  Un tempo era impensabile, la stessa sala del cinema di Caltrano, ne ha viste di tutti i colori.  Qualcuno mi riporta i suoi ricordi relativi a don Rigoni ... se fosse qui cosa mai direbbe. 

Forse vale la pena ricordare ciò che diceva un grande teologo padovano: mons. Luigi Sartori, che poneva quale ottavo sacramento l'AMICIZIA. Questo momento settimanale che vivono i nostri anziani della BELLA ETA' è veramente un momento di amicizia a cui tengono tanto ... Se poi l'11 Comandamento è quello di divertirsi in maniera sana e bella allora ben vengano anche questi momenti di allegria e di musica.  Intanto un plauso alle persone che rendono possibile questo momento ... avanti 

 

 

Sala ex Cinema a Mosson

E' stato completato in questi giorni il lavoro per il riscaldamento  presso la sala del ex cinema di Mosson.  In vista della stagione fredda abbiamo provveduto a rendere autonomo il riscaldamento della chiesa, da questa sala.  Per questo motivo sono stati installati 6 diffusori ad aria, in modo tale da riscaldare questo ambiente, che attualmente viene usato per vari motivi. Un bel lavoro ... che serviva 

 

RADICI

Storie al Sapore di Vita

Nella mattinata di sabato 20 ottobre è stato presentato il Libro RADICI ...

Possiamo proprio dire che gli autori sono gli ospiti della Casa di Riposo di Caltrano, che con le loro memorie, rendono autentico questo libro.  Gli stessi ospiti, alla presenza delle autorità civili e degli amici presenti, hanno letto parte delle loro memorie ...

A volte ci sembrano storie di altri tempi, che se le leggi ai ragazzi ed ai giovani di oggi, manco ti credono, eppure sono le nostre radici, su cui si fonda il nostro mondo attuale.

Protagonisti.  Penso sia questo l'aspetto più interessante di questa mattinata, di questa presentazione.  Perchè la stessa Casa di Riposo, così detta ci porta pensare ad altro. Ben venga tutto ciò che cerca di rendere protagonisti, nella memoria storica e nel tentativo di coniugare il passato al presente.  Certo il parcheggio non aiuta ...

Tutto bello ?  No.  Non dimentichiamo certo la verità di queste strutture, dove niente è semplice e scontato: per gli ospiti, per i parenti e per le persone che vi lavorano, affiancate dai volontari ... 


 

 

Consiglio Pastorale Parrocchiale

di Caltrano e Mosson

 

E' convocato per VENERDI' 09 NOVEMBRE, ore 20.30,  a Mosson, l'incontro del Consiglio Pastorale.  Ai componenti del Consiglio Pastorale verrà inviato a breve l'ordine del giorno della serata.

 

Che belli ...

Ma chi ... i nostri due giovanotti o le stelle delle Majorette.  Durante la  Festa  dell'Agricoltura la Banda Cittadina si è esibita con i suoi motivi ed ha fatto da accompagnamento alle diverse coreografie del folto Gruppo delle Majorettes.  

Poi è pur vero che la classe è classe ... chissà quanti anni ha quel soffietto per lo zolfo. Vero Almo ... 


 


a margine della FESTA dell'Agricoltura

il tradizionale appuntamento con la Mostra Fotografica

Lo scatto è un arte.

Giuseppe in questo è un maestro severo. 

Non basta fare una cartolina.  Conta cogliere l'istante, l'attimo ... non solo descrivere quindi ma consegnare un istante speciale all'occhio che guarda e proprio per questo si meraviglia.  Non è presenza reale ma stupore davanti ad un segno che diventa un regalo per tante persone.

Bello ... Bella Mostra. Grazie.

 

L' Antico e  il Nuovo

Una giovane ragazza, che con maestria, come un tempo, crea un bel cesto, con gli steli della paglia...  proprio come un tempo.

Mi veniva in mente che a San Donato, c'è una anziana signora, che con un intreccio tutto suo, imparato chissà quando, crea le sue borse ...

Alcune di queste sono andate anche molto lontano ... è bello vedere.  

E sarebbe anche un peccato perdere queste antiche trame ... ma si sa oggi non c'è più tempo per questo intreccio popolare.

Oggi ci sono le macchine, che scorticano e squadrano una pianta e l'abilità dei boscaioli ti crea una stabile panca, avvitando un asse all'altra.  Il risultato è bello ... comunque frutto della laboriosità degli uomini.

Le mani e le macchine:  quanti cambiamenti repentini lungo i sentieri della nostra storia. Se c'è una fatica che tutti facciamo è proprio quella di coniugare antico e nuovo.  Non possiamo rallentare il corso della nostra storia, ne tornare indietro, quale operazione nostalgica e rifiuto del presente.  Ma come unire la sapienza dell'antico con la freschezza del nuovo ... beh già guardare ammirati ci fa bene. 

 


 


Domenica 14 ottobre

a Caltrano

la FESTA del RINGRAZIAMENTO 

e dell'AGRICOLTURA.

E' ogni anno una bella occasione per cogliere la vita di un paese, la sua storia, con le sue fondamenta, legate ai campi,  ai boschi, al duro lavoro nelle stalle e alle fatiche di un tempo ... 

Il grande cestone, colmo dei frutti della terra, è gioia e soddisfazione, affidata a Dio, prima di tutto nella preghiera corale dell'Eucaristia.

Tutto inizia da quei semi, che sparsi a larghe mani, diventano poi piccola pianta che cresce, fino a dare i frutti sperati.

Non mancano mai le macchine agricole, di un tempo, tenute sempre con cura.  

La giornata, quasi estiva, ha favorito una grande partecipazione di persone, tutte ad ammirare le varie esposizioni, legate ai diversi laboratori a cui si poteva assistere.

Motivo di soddisfazione per tutti gli organizzatori di questa edizione della festa dell'Agricoltura 2018  di Caltrano. 

 

Si prende la strada che sale a fianco del

nostro Cimitero

ed ad un certo punto si può vedere questa

piccola cappella, dove ha trovato 

stabile dimora, una statua della 

Madonna di Medjgorie ... 

 

Era un grande desiderio ...

consegnare alla nostra terra 

un segno di fede

per rispondere ad una grazia ricevuta.

Ora è un piccola perla

incastonata nel verde

della nostra montagna ...

 


 

Un bel saluto a don Raffaele Sandonà

Un po' stanco dal lungo viaggio ... ma accogliamo con gioia don Raffaele, appena rientrato per una ventina di giorni dalla Thailandia.  Che bello ...

Un mondo ed una storia completamente diversa dalla nostra ed è bello ascoltarla, condividerla ...

Don Raffaele sarà con noi in occasione della Giornata Missionaria Mondiale: sabato 20 a Mosson e domenica 21 a Caltrano.

Auguriamo a don Raffaele una bella pausa di serenità e semplice gioia familiare ... By by

 

 
IMG_2429

 

Non si vedono tutti perchè qualcuno è timido e si nasconde ...

Ma è  il Gruppo del CENTRO PARROCCHIALE di s. Biagio di Caltrano  lavora bene e di buon gusto ...

Bene, benissimo ... alla prossima ...

 

La presenza dei ragazzi dona un tocco di freschezza ...

Tante volte si studia e si ragiona come fare ...

Ed è bello vedere che con la presenza dei ragazzi la recita del Rosario, seguendo Maria diventa veramente giovane e ringiovanisce questa manifestazione e la Comunità intera.

GRAZIE  a tutto il lavoro dei Catechisti.  Bello veramente bello ...

IMG_2523

 

 

 

Cantiamo con gioia ...

La solenne Eucaristia del nuovo Anno Pastorale è stata accompagnata dal canto del CORO PARROCCHIALE ed è un gusto ascoltare e cantare insieme ...

Anzi, rinnoviamo l'invito, per chi vuole semplicemente cantare, le prove del Coro, sono ogni settimana, la sera del mercoledì alle ore 20.30.  Partecipare fa un sacco di bene: a chi canta e alla Comunità. 

Grazie ... 

 

Volti un po' tirati ... pesa ...

Comunque giovani che sostengono il trono con la statua della Madonna, portata in processione. Non è mancato il sostegno degli adulti ma è soddisfazione vedere i nostri giovani animatori disponibili per questo momento, che diventa anche un bel segno, una bella testimonianza. GRAZIE

 

 

 

La PROCESSIONE

con la statua della Madonna

Dopo due anni segnati dalla pioggia quest'anno una bella giornata di sole ha fatto da sfondo alla processione con la statua della Madonna.  Preghiera gioiosa, ragazzi in festa, Genitori che li accompagnano,  giovani che portano la statua della Madonna ... è una bella manifestazione che anche in questo modo mostra il volto di una Comunità.

Ci fa solo bene e ... credo faccia bene anche a coloro che da fuori vedono passare questo corteo festante che prega e canta insieme  ... 

 

Oramai è un classico: esci dalla Messa e trovi una bella torta che ti aspetta al varco ...

A dir la verità ci sono delle persone che le prenotano prima di entrare in chiesa, così anche quest'anno l'iniziativa delle TORTE, preparate dalla mamme dei bimbi della Scuola Materna, ha trovato posto, in occasione della Festa della Madonna del santo Rosario.  Ogni iniziativa giova e serve per sostenere i progetti che la Scuola propone per i nostri bimbi, lungo il corso dell'anno.  Comunque anche quest'anno le torte sono sparite tutte ... Ora al lavoro anche i papà, per la prossima iniziativa legata alla MARRONATA del Primo di Novembre 

IMG_2243

 

 

 

Don ... facciamo la Pesca ...

L'iniziativa è partita in sordina ... poi ha preso forma e in occasione della Festa della Madonna del Santo Rosario, a Caltrano, ha trovato la sua più bella espressione.  Pesca, pesca ... che belli questi GIOVANISSIMI che come gruppo si sono impegnati in questa iniziativa. Esperienza concreta di lavoro di gruppo, guidati dalla loro animatrice ( ndò stà ...)

La Pesca di Beneficienza tra l'altro vuole sostenere due realtà benefiche e il nostro Centro Parrocchiale. Continuerà anche il prossimo fine settimana in occasione della Festa del Ringraziamento.

 

Foto Ricordo in occasione della FESTA dei NONNI

Sulle note di Me Compare Giacometo i bimbi della Scuola Materna hanno fatto cantare tutti i nonni presenti, lo scorso 2 ottobre, convocati per la loro festa.

Durante la festa la consegna della maglietta di SUPERNONNO alle nonne e ai nonni  volontari, che hanno lavorato per sistemare le tante cose che hanno bisogno di cura e di attenzione, di modo che la Scuola fosse pronta per l'inizio del nuovo anno. GRAZIE a voi per la presenza fattiva e la dedizione. Sempre di più ci sarà bisogno della vostra significativa presenza, in famiglia e nella Comunità. La vostra presenza è anche un invito perchè altre persone, nonni  e nonne, aderiscano e questo bel gruppo si possa allargare sempre più ... 

 

 

 

Una bella serata con una gustosa pizza per il Gruppo del Canto dell'Aurora ( per capirci cantano quasi sempre alla messa prima delle ore 8.00 a Caltrano ) condita con canti parareligiosi ed applausi dei presenti ...

Bello e gustoso ... e soprattutto GRAZIE per il servizio del canto: lode a Dio e gioia per la Comunità.  

 

 

Assemblea Pastorale a Villa Rospigliosi

Domenica scorsa abbiamo condiviso la Assemblea Pastorale di inizio anno.  Vi hanno partecipato 43 persone.

Suddivisa in due momenti. Nella prima parte abbiamo avuto con noi don Giorgio Bezze, assistente diocesano per tutto il cammino della Catechesi e della Iniziazione Cristiana. E' stato, a detta di molti, una bella presentazione, che ha veramente aiutato a capire cosa sia l'Iniziazione Cristiana ed il Tempo della Fraternità, proposto per i preadolescenti.

Nella seconda parte ci siamo invece interrogati sulle prospettive di FORMAZIONE, che viene richiesta a vari livelli.  Crediamo che ad una Parrocchia si chieda una proposta di carattere spirituale, fondata sul Vangelo di Cristo: manterremo quindi la proposta dei momenti di Adorazione Eucaristica e poi ci siamo orientati su dei momenti formativi, rivolti a tutti. A breve verranno precisati. 

L'ASSEMBLEA PASTORALE rimane un momento positivo di incontro e di approfondimento.  A metà gennaio del 2019 il prossimo appuntamento ...  

 

Festa della Comunità a Mosson

BENE LA PRIMA ... 

Più che positiva la prima edizione della Festa della Comunità Parrocchiale a Mosson.  C'era qualche timore, qualche dubbio, alla vigilia, ma, poi tutto si è vissuto in maniera molto bella e con una buona partecipazione.  Positiva la presenza all'Eucaristia solenne, dove i due Cori parrocchiali hanno animato l'eucaristia: siamo qui per dire il nostro amore per la Comunità e ciò che possiamo fare lo facciamo perchè sia a tutto beneficio della Comunità.  Questo in sintesi il messaggio che ci siamo consegnati gli uni gli altri ...

Bello anche il momento del pranzo a cui hanno partecipato una 90 di persone.  Molto simpatica anche la attività giocosa del pomeriggio, con la Caccia al Tesoro a cui hanno partecipato i ragazzi presenti e i loro Genitori ...  Tutto bene quindi è come ci ha consegnato la nostra Diocesi per questo Anno Pastorale importante è seminare sempre nel bene ... Buon Cammino e GRAZIE a chi si è dato da fare ... 

 

Inizia un nuovo Anno per la Scuola Materna Parrocchiale  san  Giuseppe Operaio di Caltrano 

Apriamo la porta e risuonano le voci dei bimbi, belli come il sole, di questo primo giorno di scuola ...

Un grandissimo e augurio ai piccoli, alle loro famiglie ed alle maestre alle suore, insieme a tutte le persone che li accompagneranno in questo anno, con le diverse proposte formative, ma, soprattutto, con la loro significativa presenza ... Augurissimi  a Voi

 

Camminata lungo il Sentiero del Silenzio

Domenica scorsa,  09 settembre, con un gruppo di una 30 di persone abbiamo camminato lungo il Sentiero del Silenzio, in località Campomuletto, in Comune di Gallio.  Un ora di cammino lungo una decina di stazioni, in cui alcune opere e raffigurazioni artistiche, di vario genere, impegnano il visitatore a ragionare ed approfondire il tema della Pace e della insensatezza della guerra.  Lungo la visita ci ha accompagnato il prof. Danillo Finco, di Gallio, che con la sua preparazione storica ci ha ben introdotto al tema e ci ha fatto gustare questa opera.

Abbiamo poi completato la camminata, con un momento di carattere spirituale, raggiungendo la sommità del monte Longara, presso il Cippo dedicato a san Giovanni Paolo II. 

Sempre bello poter passare un momento di semplice fraternità.

 

 

60 Anni di VITA RELIGIOSA per suor AURORA BONAGURO

Domenica 26 agosto abbiamo celebrato i 60 anni di vita religiosa per suor Aurora Bonaguro, insieme ai suoi parenti ed amici.  E' stata una bella occasione, per suor Aurora,  per ringraziare il Signore per i tanti dono ricevuti lungo questo cammino, di vita dedicata a Cristo ed alla Chiesa, all'interno della famiglia religiosa delle suore Salesie. 

Per la nostra Comunità una occasione in più per riconoscere tutto il valore che può avere una presenza religiosa, dentro la vita e la storia di una Comunità parrocchiale.   Chissà che questi segni, queste presenze, non vengano meno ... 

Ci siamo anche chiesti il perchè della carenza di vocazioni religiose, specialmente al femminile ... Sarebbe interessante approfondire questo discorso anche per capire cosa ci chiede il Signore, per il domani della nostre Comunità parrocchiali ...  

 
   
   
   

 

 

A tutti una buona settimana, Don Lauderio